• Modalità di pagamento sicure
  • Spedizione conveniente
  • Consegna veloce
  • Spedizione di ritorno gratuita

Levigatrici rotorbitali

Levigatrici rotorbitali per artigiani professionisti e fai da te: I tuttofare flessibili per i più svariati lavori di levigatura e lucidatura

Ideali sia per la levigatura efficace e senza fatica di muri con lavorazioni a secco, di parti in legno, plastica e materiali compositi, colori, vernici e stucchi sia per la lucidatura delle più diverse superfici. Sia gli artigiani professionisti che gli appassionati del fai da te utilizzano spesso per questi lavori delle levigatrici rotorbitali. A tal fine sono stati sviluppati svariati principi tecnici di funzionamento e modelli di base. Sono presenti utensili con azionamento pneumatico diretto e utensili con motore elettrico sia con motoriduttore che senza. Tutto questo permette di avere a disposizione un'ampia gamma di campi di utilizzo e di coppie.

Questa levigatrice rotorbitale è un tuttofare flessibile equipaggiato con un motore elettrico con platorello ad azionamento diretto.


Che cosa dice la corsa di rettifica a proposito di una levigatrice rotorbitale?

Le levigatrici rotorbitali si differenziano dagli altri utensili per la levigatura per la loro corsa, detta anche eccentricità. Con una rotazione completa dell'albero di trasmissione, la corsa doppia corrisponde al circuito oscillante. In assenza di questa corsa risulterebbe assente il caratteristico movimento eccentrico di levigatura intorno all'asse di rotazione dell'utensile. Minore è la corsa, più fine risulterà di norma il risultato di levigatura. I vari modelli di levigatrici eccentriche possiedono corse diversificate per potersi adattare ai differenti requisiti di utilizzo e per consentire a chi le utilizza di ottenere risultati di lavorazione ottimali.

Per la levigatura fine e per numerosi lavori di lucidatura si adatta al meglio una corsa di rettifica ridotta. Infatti in questo caso i movimenti di levigatura si sovrappongono leggermente l'uno all'altro garantendo una lavorazione che non lascia righe e superfici perfettamente lisce. In particolare in caso di lavorazioni in prossimità di bordi di battuta e in situazioni con spazi angusti, la corsa limitata riduce inoltre il fastidioso effetto di contraccolpo al contatto con i bordi verticali adiacenti.

Una corsa maggiore è di contro una solida base di partenza per effettuare senza fatica la levigatura grossolana e intermedia grazie all'elevata capacità di asportazione. Ciò è reso possibile dal significativo ampliamento dell'area di levigatura. Anche in questo caso la corsa previene al tempo stesso la formazione di righe su un lato grazie alla sovrapposizione dei movimenti di levigatura. Le levigatrici rotorbitali con una corsa maggiore sono inoltre utilizzabili per i lavori preparatori alla lucidatura.


Check-list: A quali aspetti occorre prestare attenzione durante l'acquisto di una levigatrice rotorbitale?

Chi è alla ricerca dell'utensile adatto spesso ha difficoltà a scegliere per via dell'enorme offerta sul mercato. La nostra check-list si propone di fornire un aiuto nella scelta:

Ambiente di lavoro e utilizzo previsto:

Osservare le disposizioni applicabili in materia di sicurezza sul lavoro e le indicazioni del produttore. Gli utensili elettrici possono essere utilizzati esclusivamente laddove consentito. Le levigatrici rotorbitali ad aria compressa possono offrire un'alternativa negli ambienti dove non sia permesso l'utilizzo di utensili elettrici, ma il loro impiego è vincolato alla presenza di una sorgente di aria compressa. Le operazioni di lavorazione grossolana possono essere eseguite in modo ottimale utilizzando levigatrici rotorbitali con motoriduttore, tuttavia questo tipo di utensili presenta in alcuni casi un peso complessivo e una rumorosità più elevati, con conseguenti maggiori vibrazioni.


Obiettivi in termini di qualità della superficie:

Utilizzare utensili con una corsa ridotta (ad es. 2,5 mm) per la levigatura fine e la lucidatura per ottenere risultati finali senza righe e superfici perfettamente lisce. In combinazione con un platorello morbido, che segua in modo delicato il profilo del fondo, si ottengono risultati ancora migliori.

Quando il requisito principale è un'elevata capacità di asportazione, per lavorazioni di superfici piane di grandi dimensioni, sono da preferirsi gli utensili con una corsa di rettifica maggiore (ad es. 5,0 mm). I risultati possono essere ulteriormente migliorati mediante l'utilizzo di platorelli rigidi. Generalmente questi utensili sono particolarmente indicati per la levigatura grossolana e intermedia. Se utilizzati in combinazione con platorelli più morbidi e con un adeguato accessorio per la lucidatura, questi utensili sono però anche adatti per i lavori preparatori alla lucidatura.

Controllo del processo di levigatura:

Considerate le ampie possibilità di utilizzo sono da preferirsi utensili con un peso complessivo ridotto e che garantiscono una visuale libera sull'area di levigatura. Gli utensili con elementi di comando particolarmente ergonomici e con un baricentro dal bilanciamento ottimale permettono inoltre di lavorare a lungo senza affaticarsi. Si consiglia inoltre vivamente di utilizzare un utensile che fornisca in modo semplice e chiaramente visibile informazioni dirette sul numero di giri attualmente impostato.

Lavorare in assenza di polvere:

Per lavorare in assenza di polvere, utilizzare utensili che possano essere collegati ad aspiratori industriali esterni che garantiscano un'adeguata aspirazione.